Verso Nord

Geograficamente Chiasso rappresenta un punto strategico, per lo più di passaggio, per l’immigrazione clandestina diretta verso il Nord Europa. Qust’area che da versante a versante in linea d’aria misura circa due chilometri e mezzo possiede vie d’accesso molto concentrate. C’è l’autostrada, la strada cantonale (statale) e la ferrovia tutto in un fazzoletto di pochi chilometri. Attualmente la maggior parte delle entrate illegali sono via ferrovia perchè i flussi migratori si dirigono verso il Nord Europa e la ferrovia rappresenta il mezzo ottimale per raggiugere i paesi come Svezia, Danimarca o Norvegia. Il reportage fotografico documenta le entrate illegali dei clandestini, singoli e famiglie, sulla tratta ferroviaria Chiasso-Bellinzona, il loro fermo e i centri di detenzione temporanea nel Canton Ticino.

La Svizzera degli invisibiliL'immigrazione viaggia in treno062010_immigrazione canton ticino_02La Svizzera degli invisibili062010_immigrazione canton ticino_06062010_immigrazione canton ticino_08L'immigrazione viaggia in trenoLa Svizzera degli invisibiliLa Svizzera degli invisibiliLa Svizzera degli invisibiliLa Svizzera degli invisibiliLa Svizzera degli invisibiliLa Svizzera degli invisibiliLa Svizzera degli invisibiliLa Svizzera degli invisibiliLa Svizzera degli invisibiliLa Svizzera degli invisibiliLa Svizzera degli invisibili062010_immigrazione canton ticino_23La Svizzera degli invisibiliLa Svizzera degli invisibiliLa Svizzera degli invisibiliLa Svizzera degli invisibiliLa Svizzera degli invisibiliLa Svizzera degli invisibili

Sharing is caring!

Lascia un commento